mercoledì 23 luglio 2014

Contouring e highlight: l'arte del chiaroscuro

Ad ogni viso il suo contouring
Il fenomeno Contour ha contagiato tutti, soprattuto me! Crea una simmetria perfetta del viso o aiuta a cambiare fisionomia per un giorno! Questa tecnica se usata nelle giuste proporzioni può accentuare le parti migliori o nascondere quello che secondo voi è un piccolo difetto!
In questo post vi verranno fornite le informazioni base per ricreare il contouring che più si adatta alla forma del vostro viso e successivamente i prodotti che ho testato per ricreare questo gioco di ombre e luci.
Prima ed impostante regola: il contouring non è universale e quindi se volete ottenere un risultato armonioso, dovrete trovare quello che fa per voi, infatti bisogna prendere dei piccoli accorgimenti in base al vostro tipo di viso e su ciò che volete valorizzare (zigomi, guance, bocca....) o nascondere.
Imparare a padroneggiare questa tecnica richiede tempo, pratica e gli errori non mancano mai. (sbagliando s'impara).
Uso spesso questa tecnica, sia di giorno preferendo un contouring impercettibile, sia la sera ricreando un effetto più visibile (senza esagerare).
Ovviamente la tecnica si perfeziona con il tempo e devo dire che scopro sempre nuovi trucchi da aggiungere per rendere perfetto il mio look.
Per un contouring a prova di bomba vi servirà:
  1. terra/terra (Hoola)
  2. illuminante/correttore
  3. pennelli

Dopo aver scelto il contouring da riprodurre, applicate seguendo lo schema, l'illuminate nelle zone bianche e la terra in quelle evidenziate in marrone.
Applicare la terra:
  1. sotto il mento aiuta a celare il doppiomento e rende il collo più sottile e definito.
  2. lungo la linea della fronte, per chi ha la fronte alta come me, crea l'effetto di una fronte più piccola e gestibile.
  3. verso l'esterno del naso e sulla punta per conferire un aspetto più sottile.
  4. sulle guance e sulle tempie per valorizzare il viso e accentuare rispettivamente lo sguardo e gli zigomi (es. fa apparire un viso paffuto meno rotondo ).
  5. sotto il labbro inferiori fa sembrare le labbra più grandi 
  6. palpebra fissa per dare profondità allo sguardo
Per quanto riguarda l'highlighter:
  1. Sotto gli occhi dona un effetto luminoso e riposato
  2. lungo l'arcata sopraccigliare allarga lo sguardo e rende più grande l'occhio 
  3. al centro della bocca e arco di cupido per ingrandire le labbra
  4. centro della fronte per renderla più piccola
Preferire un prodotto in crema piuttosto che in polvere spetta a voi deciderlo. Secondo me cambia a seconda del tipo di pelle e ovviamente dal risultato che volete ottenere.
La polvere è più versatile e vera, mentre i prodotti in crema sono più visibili e difficili da gestire.
Grazie a dei campioncini troppo scuri, ottenuti in profumeria (della serie: qui non si butta via niente), ho provato due gradazioni diverse dell'Armani Maesto, una più chiara e l'altra più scura, ed essendo un fondotinta a base d'acqua si è fuso benissimo con la palle donando un effetto supernaturale e definito senza aggiungere altro. Mi rendo conto che l'Armani Maestro sia molto costoso e infatti lo stesso effetto potrete ottenerlo con il fondotinata Eau de teint Nude Magique di L'Oreal da usare per le parti da illuminare e il glam bronze Eau de soleil sempre di l'oreal per le parti scure (prossimamente la review). 



Sicuramente avrò dimenticato qualcosa ma spero di  chiarire i vostri dubbi con le review dei vari prodotti. Vi ricordo che potete farmi presente tutte le vostre perplessità e ovviamente aiutarmi a migliorare usando i commenti. Inoltre vorrei sapere cosa pensate di questa tecnica e se ne fate uso!!!
Vi lascio un'immagini della nostra eroina del contouring, chi????? MA OVVIO, la sola e unica Kim Kardashian dove potrete notare ogni singolo tratto di pennello e partire da lei per impostare un meno evidente contouring. Le maschere non piacciono a nessuno ma almeno in foto sembrerete stars da copertina.



Nessun commento:

Posta un commento